1. Martha's Cottage
  2. Il Diario di Martha
  3. Picnic a novembre: il fascino del “foliage” anche a tavola

Picnic a novembre: il fascino del “foliage” anche a tavola

Organizzare un picnic a novembre è il modo migliore per godersi la bellezza dell’autunno e del suo suggestivo spettacolo di colori. Il foliage, in fondo, è un avvenimento imperdibile, e di certo lo scenario perfetto se questo mese avete qualche occasione da festeggiare. È comunemente noto che passato Halloween non si pensa che al Natale. […]

Organizzare un picnic a novembre è il modo migliore per godersi la bellezza dell’autunno e del suo suggestivo spettacolo di colori. Il foliage, in fondo, è un avvenimento imperdibile, e di certo lo scenario perfetto se questo mese avete qualche occasione da festeggiare.

È comunemente noto che passato Halloween non si pensa che al Natale. Eppure novembre è uno dei mesi preferiti per gli amanti del “foliage”e delle sfumature autunnali,  il momento di massimo splendore cromatico, con i colori più accesi e più caldi dell’autunno.  Un picnic all’aria aperta, con tutto il fascino del foliage, è un’ottima opportunità per festeggiare occasioni speciali con amici o parenti, e imparare ad apprezzare la stagione in modo completamente nuovo. Ma procediamo per gradi..

Che cos’è il foliage?

Foliage è un termine inglese, di derivazione francese, che significa, letteralmente, “fogliame”. In italiano viene usato per indicare quel processo naturale che avviene durante il periodo autunnale, quando le piante cambiano colore creando delle magnifiche sfumature che vanno dal rosso all’arancione, dal marrone al giallo.

Curiosità sulla parola: La diffusione dell’anglicismo foliage è piuttosto recente, tanto che ci sono ancora parecchie incertezze sulla pronuncia. Quasi sempre si sente pronunciarla alla francese, come fosse simile alla parola “fromage”. In realtà l’accento è sulla prima sillaba e la a è muta. In francese esiste tutt’altra parola per dire fogliame, che è “feuillage”!

La natura come sfondo per le nostre occasioni speciali

Incertezze linguistiche a parte, il foliage resta uno spettacolo unico e imperdibile, un tripudio dei colori autunnali più belli, che rendono il paesaggio magico e romantico.

Perché dunque non approfittare di tanta bellezza e regalarsi qualche ora in compagnia all’aria aperta? La natura sarà lo sfondo perfetto per organizzare un piccolo brunch o una colazione dai sapori e dai colori tipicamente autunnali. L’idea perfetta per festeggiare un compleanno, organizzare un addio al nubilato decisamente originale o semplicemente godersi una domenica diversa dal solito.

Gli ingredienti per un perfetto picnic autunnale

Qualunque sia l’occasione da festeggiare, ricordate che, solo perché state organizzando un picnic non significa che questo non debba essere curato.. l’occhio vuole sempre la sua parte!

E poi, bastano davvero piccoli accorgimenti per organizzarne uno a prova di Instagram.  Ad esempio, mai pensato di usare un plaid al posto della solita tovaglia? Sceglietelo nei toni neutri o caldi dell’autunno, a quadri o a righe, a maglia grossa o con frange all’estremità. Vi assicuro che sarà il dettaglio perfetto per una dose extra di calore e confort!

Poi vi serviranno dei cestini, meglio se comodi e capienti. Un’ottima idea è quella di portare con sé dei taglieri di legno da usare per disporre il cibo già tagliato e porzionato in precedenza. Un misto di salumi e formaggi, abbinati a miele e confetture, è un must per un brunch fuori porta. Basterà disporre tutto con cura sui taglieri, insieme a frutta fresca e secca. Non può mancare del pane di accompagnamento e un calice di buon vino. Io ho scelto un Bolghieri Rosso Doc della cantina Donne Fittipaldi, fruttato ed elegante, perfetto da abbinare ai formaggi e anche bello da portare in tavola.

Niente carta o plastica ma piccoli piattini in ceramica da lasciare sul tavolo impilati, così che ognuno possa prendere il suo e servirsi. Per comodità meglio posizionali all’estremità del tavolo. Lo stesso vale anche per le posate, tutte insieme in un vasetto o altro contenitore stabile. I tovagliolini vanno bene di lino oppure in cotone, magari più piccoli come quelli che si usano per l’aperitivo.

Quanto ai fiori, basterà aggiungere in tavola, all’interno del cestino ad esempio, qualcosa che potete raccogliere nei dintorni, e magari poi portarvi a casa…sarà come portar via un po’ di autunno, per sentirsi sempre al caldo tra i suoi colori e profumi.

Gli ingredienti per un perfetto brunch autunnale ci sono tutti, non resta che individuare la location più suggestiva, che faccia da sfondo al vostro picnic di novembre, e godervi la giornata in buona compagnia!

Se vi sono piaciuti questi consigli non perdetevi le miei prossime idee per la tavola sul blog di Martha’s Cottage e tutte le altre tips sul mio profilo Instagram.

 

Carmen Annunziata è la mente creativa di Set up my table, azienda leader nel settore del tovagliato per ristoranti e alberghi, ma soprattutto per eventi. Da sempre appassionata di design e arte della tavola, fotografia e letteratura. Coraggiosa, curiosa e determinata, attratta da ogni forma di creatività e fan della sana competizione. Si definisce cultrice del buon cibo, portatrice sana di bellezza sulla tavola e accumulatrice seriale di tutto ciò che può essere usato per renderla unica. 

 

Location Parco dei Cimini – BioResort

Foto: Istanti Senza Tempo

Visual designer: La sposa degli alberi

Vino: Donne Fittipaldi